La crescita, la rigerminazione di biofilm in un impianto di distribuzione delle acque è proprio uno dei 4 motivi che promuovono e sostengono la crescita di Legionella negli impianti.

Anche se al giorno d’oggi esistono delle possibilità concrete per evitare la ri-germinazione e la formazione di biofilm in un impianto.

Che cosa è il biofilm?

Il biofilm è quella patina di microorganismi che aderisce alle superfici a contatto con le acque.

Invisibile ad occhio nudo eppure molto pericoloso quando ad esempio camminiamo su dei sassi in riva ad un lago o ad un fiume che sono diventati viscidi proprio a causa di una adesione del biofilm su quelle superfici!

Molto facilmente si può ritrovare nelle vasche delle torri di raffreddamento e dei condensatori evaporativi.

Ma anche sul pacco di evaporazione delle torri evaporative.

Dannoso pure sul fascio tubiero dei condensatori evaporativi.

Così come può essere osservato nel fascio tubiero del chiller di un gruppo frigo.

Per fortuna non in un tutti!

Poichè il biofilm è una delle cause principali dell’aumento dei costi operativi di questi impianti così energivori.

Ma in questo articolo vorrei concentrarmi sul perché il biofilm è uno dei 4 motivi del fallimento di un programma di minimizzazione del rischio Legionella.

La Legionella dove si annida?

Diversi tipi di microorganismi, grazie alle secrezioni extra-cellulari hanno facoltà di attaccarsi e di incollarsi alle superfici in condizioni ambientali favorevoli, per rifornirsi di acqua e di nutrienti.

Queste sostanze polimeriche secrete (EPS) con il tempo diventano sempre più adesive andando a rinforzare i legami nel biofilm con la formazione di un gel idratato.

Questo gel diventerà una comunità di funghi, alghe, batteri, protozoi, lieviti ed altri microorganismi che si strutturano fino a formare dei “condomini” a tre dimensioni.

“Condomini” che possono raggiungere anche spessori di diversi centimetri.

Ora è stato ampiamente riscontrato che Legionella pneumophila trova accoglienza in quelle patine viscide costituite da muffe.

Ma Legionella interagisce anche in modo simbiotico o come parassita di diversi microorganismi quali amebe, ciliati e protozoi.

L’abilità della Legionella di diventare un parassita ne semplifica perciò la sopravvivenza e la crescita.

Fra le altre abilità da mettere in evidenza c’è anche la capacità della Legionella di sopravvivere anche a temperature maggiori di 50°C, per diverse ore.

Ed ora il meccanismo di sviluppo del biofilm

Il biofilm cresce e si espande in 3 stadi:

  1. adesione alle superfici
  2. crescita
  3. dispersione

Questo meccanismo ci aiuta a capire come mail il biofilm sia uno dei 4 motivi di fallimento dei trattamenti anti-legionellosi.

Per dispersione si intende quel distacco naturale e costante dal biofilm di legionelle, amebe e altri microrganismi che tornano allo stato planctonico ed andranno a formare un nuovo biofilm altrove.

Ma anche un cambiamento ambientale forte può distruggere il biofilm rilasciando improvvisamente Legionella in quell’ambiente.

Infine questa struttura tridimensionale “condominiale” espone alla azione di alcuni sanificanti come l’ipoclorito di sodio, solo le specie più esposte all’esterno.

Sebbene ci sia tutta una struttura interna di comunicazione con l’esterno per assicurare la circolazione dei nutrienti nel biofilm, il principio attivo, anche se in percentuali massicce raggiunge gli strati più interni solo in percentuali minime, vanificando perciò il risultato finale o permettendo il nuovo sviluppo di Legionella in poche ore.

In una serie di 4 articoli puoi scoprire tutto quello che non si sente dire ma che si dovrebbe sapere.

  1. Qual’è il primo dei 4 motivi per cui puoi fallire nella prevenzione della Legionella pneumophila nel tuo impianto?
  2. Ma in pratica perchè il pacco evaporante di una torre evaporativa è importante?
  3. La presenza di alghe nel mio sistema di raffreddamento può influenzare la rapidità in cui Legionella pneumophila può moltiplicarsi nel mio impianto?

Nelle prossime settimane gli altri articoli. Se vuoi sapere appena vengono pubblicati vai in Risorse Gratuite, scarica gratuitamente le 10 regole + 1 per avere sempre le acque di raffreddamento in ottime condizioni e verrai automaticamente avvisato.